Malta

25 Ottobre 2016

Lo schianto ripreso in diretta:

maltcrash

L’incidente è stato ripreso dalla telecamera di un’automobile. A bordo c’erano 5 persone: tutte morte. Mistero sulla missione che stava compiendo nei dintorni dell’isola del Mediterraneo. Il ministero della Difesa francese: nostro personale.

Ma ci sono dubbi
Chi c’era a bordo dell’aereo precipitato questa mattina a Malta (e ripreso in questo video postato su Facebook dall’utente Laurent Azzopardi)? Molte le risposte, con conseguenti speculazioni sul tipo di missione.

La prima versione ha ipotizzato che il Merlin IV fosse impegnato nei pattugliamenti al largo della Libia nel quadro dell’operazione Frontex. Successivamente si è parlato di tre doganieri francesi e di 2 membri d’equipaggio.

Ma la Dogana ha smentito. Infine è intervenuto il Ministero della Difesa da Parigi: era nostro personale, partecipava a controlli anti-trafficanti nel Mediterraneo meridionale. Il settimanale Le Point, a sua volta, ha sostenuto che sia i piloti che i passeggeri facevano parte della DGSE, ossia l’intelligence francese.

Il rebus della missione
Il velivolo, in servizio con la società lussemburghese CAE Aviation che lo aveva noleggiato negli Usa, operava per conto delle autorità francesi ed era basato a La Valletta.

Alcuni osservatori hanno ipotizzato uno scenario alternativo a quello della perlustrazione: un viaggio verso Misurata, in Libia, magari per trasferire personale dell’intelligence o militari.

E fonti maltesi hanno poi confermato che la destinazione era proprio la cittadina libica. La Francia, infatti, ha schierato nel paese nord africano unità speciali in supporto alle milizie locali, alcune delle quali sono impegnate contro l’Isis (ma non solo). Stessa cosa hanno fatto gli Stati Uniti e l’Italia.

Inoltre va ricordato che questo spazio geografico è attraversato da aerei da ricognizione e per lo spionaggio elettronico. Molto «noti» sono un paio di velivoli statunitensi che decollano dalla Sicilia o dall’isola di Pantelleria. Un altro da Creta. E spesso si tratta di mezzi noleggiati presso compagnie private americane.

Azione parallela
Nella ricostruzione del settimanale Le Point i due piloti, dopo aver fatto parte del GAM 56, unità che assicura i trasporti riservati per la DGSE, sono passati in una societa’ privata formata probabilmente per missioni «sensibili».

I servizi, con il loro budget, pagano stipendi, forniscono materiale tecnologico, personale e utilizzano la compagnia per interventi anche all’estero. Una soluzione spesso adottata dagli Stati Uniti in teatri complessi, compreso quello libico.

La morte dei 5 francesi segue quelle di altri tre loro colleghi – probabilmente sempre della DGSE – avvenuta in luglio a Bengasi. Si trovavano su un elicottero della milizia del generale Haftar precipitato durante operazioni belliche contro i jihadisti.

Fonte:www.corriere.it/


25 Ottobre 2016

Lo schianto ripreso da un automobilista.

Il ministero della Difesa francese: “Nostri dipendenti in missione”. Ma cosa ci faceva a Malta? E soprattutto: dove era diretto?

aermalta

Dopo una serie di rimpalli tra Valletta, Bruxelles e Parigi il ministero della Difesa francese ha, infatti, ammesso che tre dei cinque cittadini francesi morti oggi nello schianto del piccolo aereo caduto a Malta subito dopo il decollo erano dipendenti “in missione di ricognizione” nel Mediterraneo. Ma cosa stavano facendo sull’isola nel mezzo del Mediterraneo?

Il video è stato postato su Facebook dall’utente Laurent Azzopardi (guarda il video). Loschianto, le fiamme e la colonna di fumo sono ben visibili.

E hanno subito scatenato la curiosità sull’ideantità del volo. Curiosità amplificata da una riffa di affermazioni e smentite che hanno fatto capolino in agenzia ora dopo oro. Come ricostruisce Guido Olimpio sul Corriere della Sera, “la prima versione ipotizza che il Merlin IV fosse impegnato nei pattugliamenti al largo della Libia nel quadro dell’operazione Frontex”.

Presto, però, la versione cambia. E viene fuori che si tratta di tre doganieri francesi e due membri d’equipaggio. Ma la Dogana si affretta a smentire. Interviene, quindi, il ministero della Difesa francese: tre dei cinque cittadini francesi morti sono francese “in missione di ricognizione” nel Mediterraneo.

Le altre due vittime erano “dipendenti di un’azienda privata”, probabilmente due contractor.

https://youtu.be/MRWUYd2d_-E

 

Secondo la stampa maltese, il velivolo – sembra un bimotore turboelica sviluppato dall’azienda statunitense Fairchild Metro – era diretto a Misurata, in Libia, dove avrebbe dovuto trasferire militari o personale dell’intelligence francese. Il quotidiano libico al Wasat, però, ha subito smentito tutto.

Fonte:www.ilgiornale.it/


11 Settembre 2012

L’Italia di Prandelli  batte  Malta 2-0  a Modena  e   per le qualificazioni ai Mondiali in Brasile

MODENA – Non è stata un’Italia brillante, quella che si è vista a Modena contro Malta, per le qualificazioni ai Mondiali 2014. Gli azzurri vincono per 2 a 0. Prandelli aveva detto di non volere la goleada, che difatti non c’è stata, ma di voler vedere un bel gioco. Ma il ct si dice poco soddisfatto della prestazione odierna.

Il primo tempo comincia bene, con un gol al 5′ di Destro. Poi però l’Italia a poco a poco si spegne. Gli azzurri sono i padroni indiscussi del gioco, ma questo non basta. I lanci di Marchisio e la generosità di Destro non riescono a creare l’occasione per sbloccare il risultato. Nel secondo tempo fa il suo esordio in Nazionale Lorenzo Insigne: applauditissimo, alza subito il ritmo del gioco e si rende pericoloso con alcune azioni da sinistra. In chiusura arriva il gol di Peluso. Colpo di testa su calcio d’angolo, carambola tra portiere e difensore: la palla finisce in rete.

LA CRONACA

PRIMO TEMPO
5′ – Lancio lungo di Marchisio per Destro, che scatta sul filo del fuorigioco e insacca alle spalle del portiere: è il suo primo gol in azzurro per l’attaccante della Roma

10′- Italia prevedibilmente padrona del campo. Cassani tenta di entrare nell’area avversaria e viene fermato irregolarmente. Punizione di Diamanti all’incrocio dei pali: Hogg para.

14′- Malta si porta in avanti e con un paio di lanci lunghi tenta di entrare nell’area azzurra.

17′ – Occasione per Osvaldo, sempre su lancio di Marchisio. Dribbla un difensore, si porta davanti al portiere ma gli avversari chiudono.

21′- Italia padrona del gioco ancora in attacco. Mischia in area, Destro rimette al centro: deviata.

24′- Destro di Osvaldo da fuori area: palla deviata dal muro avversario

30′- L’Italia attacca ma non riesce a concretizzare

33′- Tiro centrale della formazione maltese con Briffa: Buffon devia in alto

39′- Lancio di Destro in area da sinistra. Buona prestazione fino ad ora per l’attaccante della Roma, sempre propositivo.

43′ – Molti i tentativi degli azzurri, che però non trovano l’occasione giusta

45′ – FINE PRIMO TEMPO. L’Italia conduce per 1 a 0. Prestazione non esaltante degli azzurri, che non riescono ad essere pericolosi, nonostante le evidenti difficoltà degli avversari.

SECONDO TEMPO

1′- Fa il suo esordio in Nazionale il giovane Insigne al posto di Diamanti. Prandelli opta per il 4-3-3

5′- Entrata durissima di Muscat su Nocerino: ammonito

8′- Ottimo gioco di Insigne, che vivacizza l’azione. Gli azzurri hanno alzato il ritmo del gioco

15′- Ancora un’iniziativa di Insigne dalla sinistra: dribbla un difensore e entra in area. Il portiere anticipa l’azzurro.

17′- Pirlo, che finta il cross da sinistra in quattro occasioni prima di servire Nocerino, il cui destro al volo non trova la porta

21′- Calcio d’angolo per Malta. Prandelli non sembra soddisfatto

23′- Destro di Marchisio: alto

24′- Esce Osvaldo, entra Pazzini

25′- Schembri trattiene Insigne: ammonito

30′- Ammonito il maltese Cohen per simulazione

37′- Entra Sebastian Giovinco al posto di Destro

41′- Occasione per l’Italia con Pazzini, che colpisce di testa su corner di Pirlo: fuori

47′- GOL di testa di Federico Peluso, alla sua terza presenza in azzurro. La palla entra dopo una carambola tra il portiere e Cohen.

Le formazioni di Italia-Malta, partita delle qualificazioni ai Mondiali 2014, Gruppo B

ITALIA (4-3-1-2): 1 Buffon, 5 Cassani, 15 Barzagli, 19 Bonucci, 3 Peluso, 23 Nocerino, 21 Pirlo, 8 Marchisio, 22 Diamanti, 20 Destro, 9 Osvaldo. (14 Sirigu, 2 Maggio, 6 Ogbonna, 4 Acerbi, 13 Giaccherini, 20 Verratti, 16 Poli, 10 Giovinco, 17 Borini, 18 Insigne, 11 Pazzini, 12 De Sanctis).

MALTA (4-4-2): 22 Hogg, 15 Borg, 16 Caruana, 5 A. Ajus, 3 Muscat, 10 Cohen, 7 Sciberras, 8 Briffa, 11 Bogdanovic, 9 Mifsud, 13 Schembri. (12 Haber, 14 Azzopardi, 15 Camilleri, 17 Dimach, 20 Herrera, 18 E. Ajus, 4 Bajada, 6 P. Fenech, 15 R. Fenech, 22 Barbara, 23 Gauci).
All.: Ghedin.

Arbitro: Munukka (Finlandia).

Fonte:www.ilmessaggero.it


SOCIAL NETWORKS

Seguici sui Social

Aeroclub Modena è presente sui maggiori canali Social. Per qualsiasi informazione non esitate a contattarci. Sapremo rispondere puntualmente ad ogni vostra necessità.