tornado

17 Novembre 2013

National Weather Service: “Preparatevi adesso”

Usa, allerta tornado per 53 milioni di persone. National Weather Service: "Preparatevi adesso"

L’allarme lanciato dai metereologi: “Situazione Pericolosa, ha il potenziale di essere mortale e distruttiva”. Le tempeste si stanno muovendo a 96,56 chilometri orari. A rischio Illinois, Indiana, sud Michigan e Ohio occidentale. Evacuato lo stadio di Chicago.

CHICAGO – Il servizio metereologico statunitense ha emesso un avviso maltempo per un’ampia area degli Stati Uniti: rischi di tornado e venti distruttivi soprattutto per dieci Stati, a partire da Illinois, Indiana, sud Michigan e Ohio occidentale.

“Si tratta di un pericoloso sistema metereologico che ha il potenziale di essere estremamente mortale e distruttivo” ha dichiarato Laura Furgione, vice direttore del National Weather Service e la National Oceanic and Atmospheric Administration. “Preparatevi adesso”. Funzionari del servizio metereologico hanno confermato che un tornado ha toccato terra poco prima delle 11 di mattina (ora locale), vicino alla comunità dell’Illinois di East Peoria.

E’ già arrivato. Temporali intensi e tornado si sono verificati in alcuni Stati, e le autorità hanno messo in guardia la popolazione, inclusi tifosi di football americano. Nel frattempo a Chicago i tifosi radunati per una partita dei Chicago Bears contro i Baltimore Ravens al Soldier Field sono stati fatti evacuare dalle gradinate, per l’avvicinarsi di vento e pioggia.

“Questa è una situazione molto pericolosa” ha dichiarato Russel Schneider, direttore del servizio metereologico del centro di previsione delle tempeste. “Circa 53 milioni di persone in 10 Stati corrono rischi significativi”. Schneider ha aggiunto che le tempeste si stanno muovendo a 96,56 chilometri orari, fattore che non darà alle persone abbastanza tempo di cercare riparo se si affidano solo a guardare il cielo. “Le persone potrebbero essere tranquille perché non vedono brutto tempo ma insistiamo che dovrebbero mantenere un occhio vigile sul tempo e avere modo di sentire se ci sono allerte tornado perché le cose possono cambiare molto velocemente” ha dichiarato il metereologo Matt Friedlein.

L’epicentro dei temporali, con forti venti e precipitazioni improvvise, secondo il National Weather Service, è la zona dei grandi laghi, dall’Ohio all’Indiana, dall’Illinois al Michigan, sino a scendere lungo le valli del Mississippi e del Tennesse. Tra le grandi città che potrebbero essere colpite di più dal maltempo tra la serata di domenica e le prime ore di lunedì, Chicago, Detroit e Buffalo. Si temono soprattutto i disagi provocati dai blackout. In seguito i venti potrebbero poi spostarsi verso est, per raggiungere la Pennsylvania, il Maryland e il New Jersey, con la possibilità che lunedì mattina possa essere sfiorata anche New York.

Fonte:www.repubblica.it

SEGUI L’EVOLUZIONE METEO SU

Tornado Outbreak, Widespread Damaging Winds Expected Sunday

http://www.weather.com/news/tornado-central/severe-weather-tracker-page

Fonte:www.weather.com


30 Ottobre 2013

314 milioni fino a fine anno e un miliardo e 450 milioni per il 2014: ecco quanto costerà il settore militare ai contribuenti italiani. soldi divisi tra missioni all’estero, corsa al riarmo, benefit alla casta in divisa e nuovi mezzi per i piloti acrobatici.

Mentre il Governo Letta – finché c’è – pensa a come raggranellare il miliardo necessario a evitare l’aumento dell’Iva, si continuano a spendere fiumi di denaro pubblico nel settore militare. In inutili guerre mascherate da missioni di pace, in costosissimi programmi di riarmo, in regalie e privilegi per la casta in divisa e – ciliegina sulla torta – in indispensabili nuovi aerei per la pattuglia acrobatica delle Frecce Tricolori. Nei prossimi giorni il Parlamento sarà chiamato ad approvare il rifinanziamento alle missioni militari internazionali: 314 milioni fino a fine anno e un miliardo e 450 milioni per il 2014. Soldi destinati in gran parte all’infinita missione di guerra in Afghanistan, dove l’Italia rimarrà almeno fino al 2017 con meno soldati ma con forze speciali e assetti aerei – pagando per giunta 120 milioni di euro l’anno a sostegno dell’esercito afgano. Un’altra fetta è destinata ai caschi blu italiani in Libano che, come è emerso all’apice della crisi siriana, stanno lì solo in attesa di venire evacuati alla prossima ripresa delle ostilità. I restanti milioni, suddivisi in mille rivoli, servono a tenere in vita decine di altre inutili missioni minori in giro per il mondo alle quali l’Italia partecipa, spesso con poche decine di uomini, solo per onore di bandiera.

Poi c’è la folle corsa al riarmo, che quest’anno si è attestata sui 5,4 milioni di euro. Non solo i famigerati cacciabombardieri F-35 (un programma da mezzo miliardo l’anno che potrebbe essere sospeso per uno o due anni senza alcun danno per l’operatività dell’aeronautica), ma anche le fregate Fremm della marina (per quest’anno sono stati autorizzati due stanziamenti per un totale di oltre un miliardo e mezzo), i sommergibili U-212 (stanziati quest’anno 192 milioni), i satelliti spia Cosmo-Skymed (157 milioni), i sistemi di comunicazione e controllo C4I (136 milioni), gli aerei-spia Gulfstream (132 milioni), i carri blindati Freccia (130 milioni), gli elicotteri Chinook (125 milioni), gli aerei pattugliatori Atr-72 (123 milioni), le bombe di precisione per i Tornado (108 milioni), gli elicotteri Nh-90 (106 milioni), i missili terra-aria Fsaf (96 milioni) e tanti altri programmi di riarmo da decine di milioni di euro l’uno (droni, siluri, cannoni, mortai) dei quali è difficile ravvisare l’urgenza e l’indispensabilità.

Infine ci sono gli sprechi della casta militare: quasi mezzo miliardo di euro – come denuncia Luca Comellini, segretario del Pdm (Partito dei diritti dei militari) – speso annualmente dalla Difesa in regalie e trattamenti economici privilegiati destinati agli alti gradi delle forze armate e a particolari categorie. “La voce di spesa principale, 415 milioni di euro all’anno, è rappresentata dall’indennità di ausiliaria corrisposta a tutti i militari in pensione, che per cinque anni possono essere teoricamente richiamati in servizio: un istituto assurdo, eredità della Guerra Fredda, che oggi risulta in stridente contrasto con la riduzione degli organici prevista dalla riforma Di Paola: si manda in pensione sempre più personale, continuando a pagarlo come se fosse in servizio. Poi ci sono gli avanzamenti di grado all’ultimo giorno di servizio e quelli, sempre figurativi ma con aumenti stipendiali reali da 35 milioni l’anno, che scattano dopo una certa anzianità. E ancora, 45 milioni l’anno di indennità antiesodo pagate a piloti e controllori di volo militari, 14 milioni l’anno di stipendi e pensioni per i cappellani militari, e altri milioni buttati in spese di missione e di rappresentanza”.

A completare il quadro, c’è l’ultima folle spesa annunciata dal ministro Mario Mauro: nuovi aerei per le Frecce Tricolori.

Un regalo da almeno 200 milioni di euro “per consentire alla nostra pattuglia di continuare a fare meraviglie in giro per il mondo”, ha spiegato il ministro.

Vista la non meravigliosa condizione economica dell’Italia, non potrebbero magari, i nostri bravissimi piloti acrobatici, fare il sacrificio di continuare a esibirsi ancora per qualche anno sui cari vecchi MB-339?

Fonte:www.ilfattoquotidiano.it


1 Giugno 2013

Almeno 5 vittime, evacuato l’aeroporto

Torna la paura a meno di due settimane dal super twister che ha ucciso 24 persone. Una madre e il suo bimbo morti in auto

Diversi tornado si sono abbattuti sull’area di Oklahoma City provocando almeno cinque morti e 50 feriti di cui cinque gravi, secondo quanto riferiscono i media americani. Tra le zone colpite anche l’area di Moore già devastata dal terribile tornado dello scorso 20 maggio. Il Servizio Metereologico Nazionale ha dichiarato lo stato di emergenza e l’aeroporto della città è stato evacuato. Molte persone sono senza corrente elettrica e le autorità invitano la popolazione a mettersi al riparo. Lungo la strada verso la città auto ribaltate e a alberi e pali della luce sradicati. Migliaia di automobilisti sono intrappolati su alcune delle arterie principali dell’area. Ci sarebbero dei dispersi. La polizia stradale dell’Oklahoma ha fatto sapere che tra le vittime ci sono una madre e il suo bambino, i loro corpi sono stati trovati in un veicolo sulla Interstate 40. «C’è una situazione da incubo», dicono gli agenti. «Mettersi al riparo» è la parola d’ordine che le autorità continuano a ripetere a tutta la popolazione. E mentre il fronte della tempesta si sta spostando verso il Missouri, in tutto il Midwest sono oltre 190.000 le persone rimaste senza corrente elettrica. Molte le inondazioni a causa della forte pioggia: in Arkansas hanno provocato nelle ultime ore tre vittime.

Fonte:www.corriere.it


21 Maggio 2013

 

MOORE, Stati Uniti (Reuters) – I soccorritori stanno cercando tra le macerie di case, scuole e un ospedale in una città dell’Oklahoma i sopravvissuti a un potente tornado, mentre i funzionari hanno ridotto notevolmente il numero delle vittime provocate dalla tempesta.

L’ufficio di medicina forense dello Stato dell’Oklahoma ha detto che sono stati estratti 24 corpi dalle macerie prodotte dal tornado, in sensibile calo rispetto ai 51 morti di cui si era parlato in precedenza. In mattinata alcune stime parlavano di oltre 90 morti.

Amy Elliott, responsabile amministrativo dell’ufficio, ha detto che il precedente bilancio era più alto perché alcuni corpi erano stati contati due volte.

Il tornado, con un diametro di circa tre chilometri, ha devastato Moore, un sobborgo di Oklahoma City, intrappolando molte persone sotto le macerie. Tra gli edifici colpiti anche una scuola mentre un’altra è stata distrutta.

Tra i 240 feriti almeno 60 sono bambini, secondo quanto riferito da funzionari dell’ospedale.

Il tornado è stato il peggiore per numero di vittime da quello che due anni fa causò 161 morti a Joplin, in Missouri.

Il presidente Usa Barack Obama ha dichiarato lo stato di calamità e ha disposto l’invio degli aiuti federali.

La cittadina di Moore, che conta 50.000 abitanti, è stata devastata, con interi isolati distrutti, auto ammassate le une sulle altre, macerie ovunque. Un ospedale e un’altra scuola sono crollati.

L’allarme tornado è stato dato 16 minuti prima dell’arrivo della tempesta, alle 15.01 (quando in Italia erano le 22.01).

Fonte:http://it.reuters.com


17 Maggio 2013

Sette i dispersi, un centinaio i feriti, centinaia di senzatetto ed enormi problemi logistici

Dieci tornado violentissimi, tutti nello spazio di una sola notte, si sono abbattuti sul nord del Texas, lasciandosi dietro una devastazione enorme e un bilancio provvisorio di almeno sei morti, sette dispersi, un centinaio di feriti, centinaia di senzatetto, enormi problemi logistici.

I soccorritori scavano tra le macerie delle case abbattute per cercare di portare in salvo i dispersi. “Speriamo che si trovino al sicuro, in questo momento questa è la nostra preoccupazione principale”, ha dichiarato in una conferenza stampa lo sceriffo Roger Deeds, precisando che le autorità stanno setacciando la zona palmo a palmo. Deeds ha affermato i nomi delle sei vittime non sono ancora stati resi noti, ma che i morti sono “tutti individui adulti”.

Secondo quanto riportato dai media statunitensi, nella contea di Hood sono state distrutte circa 110 abitazioni, lasciando centinaia di persone senzatetto, e oltre 20 mila case sono senza corrente elettrica. La località più colpita è la cittadina di Granbury, a circa 50 km da Fort Worth, dove due quartieri sono andati quasi totalmente distrutti o gravemente danneggiati. Delle persone ferite, 37 sono state ricoverate in ospedali locali, mentre 15, due delle quali molto gravi, sono state portate a Fort Worth.

Le autorità hanno deciso di inviare nella zona diversi scuola bus per facilitare l’evacuazione e il trasporto degli abitanti in aree più sicure, e la Croce Rossa ha allestito dei rifugi all’interno di due chiese.

Il servizio meteorologico nazionale ha fatto sapere che i tornado che in nottata hanno toccato terra nell’area di Dallas sono stati almeno dieci, ed hanno distrutto tutto ciò che incontravano. Resta l’allerta meteo nel nord del Texas e in quattro contee dell’Oklahoma. Le trombe d’aria che si sono abbattute sulla regione – hanno affermato gli esperti di AccuWeather – sono il risultato dell’incontro di una forte perturbazione con venti caldi e secchi nella parte occidentale dello Stato, e il vento caldo e umido che soffiava dal Golfo del Messico. Un fenomeno che accade tutti gli anni in questo periodo dell’anno e che si accanisce in particolare sulle grandi pianure del Midwest e del Sud – il Texas e gli Stati vicini sono fra i più esposti – producendo i tornado, spesso imprevedibili e molto potenti.

Fonte:www.tio.ch


SOCIAL NETWORKS

Seguici sui Social

Aeroclub Modena è presente sui maggiori canali Social. Per qualsiasi informazione non esitate a contattarci. Sapremo rispondere puntualmente ad ogni vostra necessità.


16 Dicembre 2023
16 Novembre 2023